Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
Sunset Overdrive
Anno di uscita:
2014
Genere:
Sparatutto in terza persona
Sviluppatore:
Insomniac Games
Produttore:
Microsoft Game Studios
Distributore:
Microsoft
Multiplayer:
Online fino a 8 giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Xbox One + Abbonamento Xbox Live Gold per il Multigiocatore
  • Il nostro caro amico Floyd. Ci darà tante missioni e soprattutto tanti potenziamenti
  • Ecco un Blower...parecchio ostico e soprattutto impossibile da affrontare frontalmente
  • Ecco un'immagine del Caos tipico del gioco multiplayer
  • Dobbiamo difendere il nostro contenitore di overcharge...sennò ci tocca rifare la missione
  • Grindare è l'unica soluzione a volte...siamo veloci e quindi difficili da colpire per il nemico
  • L' Herker è davvero grande, grosso e cattivo
  • I robot della Fizzco sono ossi duri, per fortuna possiamo contare su un buon arsenale
  • Questo boss non è semplice da superare, soprattutto se non abbiamo preso confidenza con i comandi di gioco
  • Oltre a grindarci su, i cavi possono essere usati per appendersi
  • Little Tokyo dev'essere stato un quartiere tranquillo un tempo
  • Il Mugger è davvero ostico...se ci prende siamo fritti
  • Gli effetti speciali non mancano in Sunset Overdrive
  • Le armi di distruzioni di massa sono le migliori, in questo caso una bella scossetta elettrica ci libera di parecchi nemici in un colpo solo
  • Lanciarsi nel vuoto mentre si spara al volo...Sunset Overdrive è anche questo
  • Le signorine fanno parte degli Scab...occhio, non sono molto amichevoli
  • Cosa c'è di meglio di un bell'orsetto esplosivo ?
  • I nostri nemici sono brutti, per fortuna non troppo intelligenti.
  • Questa colorata panoramica di Sunset City rende l'idea della bella grafica di Sunset Overdrive
  • L'arpione si chiama Captain Ahab con un bel riferimento a Moby Dick
  • Dall'alto siamo in posizione di vantaggio. L'unica possibilità per sopravvivere in quella baraonda
Redattore:  Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  31/10/2014
Grindare, saltare, arrampicarsi, correre e soprattutto combattere. Tutto questo e' Sunset Overdrive
Verrebbe da chiedersi come è saltato in mente a quelli della Fizzco di produrre una bevanda nuova: ormai ce n'è per tutti i gusti fra coca-cola, aranciata, gassosa, chinotto e così via, invece loro no...dovevano per forza tentare qualcosa di innovativo.
La domanda classica poi se queste bevande facciano bene alla salute oppure no trova risposta nelle fabbriche della Fizzco. Niente controlli di qualità, niente sperimentazioni sulla nuova bibita, solo una smaniosa voglia di profitto e quindi ecco servita la frittata !
La nuova Overcharge non procura "semplici" bruciori di stomaco ai malcapitati, semplicemente li trasforma (!) in qualcos'altro.
Non si sa se siano alieni, zombi o semplicemente dei mutanti, fatto sta che la cara e soleggiata Sunset City adesso è stracolma di questi nuovi abitanti, golosissimi manco a dirlo di Overcharge e desiderosi di accrescere le fila del loro esercito trasformando altri poveri cittadini.
In questa baraonda ci finiamo noi, semplici addetti alle pulizie, desiderosi solo di finire il nostro turno di lavoro per tornare a casa a riposare le nostre stanche membra. Peccato che le cose non vadano così e ci si ritrova ad impersonare la parte degli eroi per difendere la nostra città dall'invasione.
C'è da dire che la Fizzco, nel momento in cui ha capito di aver perso il controllo della situazione ha provato a rimediare isolando la città dall'esterno con una barriera invisibile, con il risultato che per tutta la durata dell'avventura cercheremo di scappare dalla nostra terra natìa ma ci renderemo ben presto conto che non sarà così facile.

SUNSET CITY

Bella la nostra città, ben strutturata e soprattutto molto colorata, con tanto verde e tanti bei posti da visitare. C'è da dire che non ci troveremo davanti uno scenario post-apocalittico, bensì una cittadina che ha appena subito un'invasione di OD (overcharge dipendenti) e quindi ancora integra nella sua struttura principale. Girando per i quartieri, ogni cosa ricorda la vita che si faceva prima, dai distributori automatici alle barche ormeggiate al molo, ai parchi, tutto è ancora integro come se nulla fosse accaduto. Nel gioco non ci troveremo ad affrontare solamente gli OD, davvero tanti e ben variegati, ma incontreremo anche i soldati della Fizzco e gli Scab, gruppi di umani dediti a prendere il controllo della città. Iniziando il gioco l'impatto visivo è quello che colpisce di più. Ci sono davvero tantissimi colori in una grafica cartonosa stracolma di effetti speciali di ogni genere. La mappa della città è davvero ampia, suddivisa in diversi quartieri e soprattutto ben dettagliata e facilmente consultabile e comprensibile. Ci troveremo quindi a correre nel Vecchio quartiere industriale, a Little Tokyo, nel Quartiere del Porto, nel Centro città e così via. Oltre a combattere i nemici, potremo raccogliere tanti oggetti collezionabili, alcuni alquanto improbabili come della carta igienica appesa sui pali della luce, altri più stravaganti come dei palloncini: questi item oltre a completare il gioco, si renderanno necessari per acquisire alcuni potenziamenti, sia di armi che di personaggi. Gli oggetti sono davvero tanti, i programmatori di Insomniac si sono davvero esaltati in questo senso, ma per fortuna sarà possibile acquistare dal rivenditore di turno la possibilità di localizzare questi oggetti sulla mappa. Inoltre in determinati punti della città sarà possibile guardare Sunset TV con tutte le novità che riguardano il gioco.


TANTISSIMO UMORISMO

Sunset Overdrive non è un gioco convenzionale, ma fa dell'umorismo la sua arma migliore. Dal comportamento dei nemici ai personaggi piuttosto eccentrici che incontriamo (come gli studentelli viziati che giocano con i cellulari...NdR), tutto è studiato in modo da stampare un sorriso sulle nostre labbra. Diciamo pure che il gioco fa della follia e della stravaganza l'epicentro del suo divertimento. Quando moriamo ad esempio, rientriamo in gioco nei modi più strani come da una cabina telefonica, da una cassa da morto, da un sarcofaco e molto altro che non descrivo per non togliervi il gusto di scoprirlo da soli. Le stesse missioni sono piuttosto strane come il tipo che vuole delle bottigliette di acqua di marca, oppure quell'altro che ci chiede di riportargli un cane virtuale. Il gioco poi si lascia anche andare nel linguaggio e nello splatter, ma va detto che si possono abilitare il filtro antivolgarità e l'opzione violenza ridotta in qualsiasi momento della partita.
Uccidendo i nemici riceveremo in cambio denaro o lattine di overcharge che potremo poi scambiare per acquistare nuovi potenziamenti e personalizzazioni, ma potremo recuperare parecchio altro, compresi alcuni item che ripristinano la salute, rompendo varie casse che troviamo in giro. I fondali per la verità non sono molto interattivi da questo punto di vista. Possiamo salire e arrampicarci praticamente ovunque ma possiamo distruggere solo piccoli elementi dello scenario.
Il nostro personaggio inoltre può essere personalizzato in ogni caratteristica del suo aspetto, dal sesso allo stile, all'abbigliamento. Tanti nuovi accessori e vestiti poi si sbloccano man mano che si prosegue nell'avventura, e lo stesso vale per le armi.
Le armi sono quanto di più strano ci si potrebbe aspettare, come un lanciatore di orsi esplosivi, oppure un lancia pupazzetti che spruzzano acido, per non parlare di un mitragliatore a base di CD musicali o del Drugo che lancia palle da bowling. Ogni oggetto può essere personalizzato a proprio piacimento, man mano che si raccolgono gli item necessari allo scopo. C'è da scommettere poi sull'uscita di futuri DLC che implementeranno altre armi ancora più strane.
Se siamo bravi con le evoluzioni e soprattutto ad uccidere i nemici in modo sempre più spettacolare potremo conquistare degli stemmi necessari per sbloccare degli Overdrive che implementeranno tante nuove abilità. Va detto che il numero degli overdrive che ci si può portare dietro è limitato, quindi continuamente ci tocca ritoccare le abilità del nostro personaggio per sostituire quelli che si hanno con altri magari più importanti per l'incarico in corso.
Spesso saremo poi chiamati a delle vere e proprie missioni Orda dove ci toccherà difendere i nostri contenitori di overcharge dall'assalto degli OD per un tempo prestabilito: per fortuna avremo a nostra disposizione delle fantasiose trappole da piazzare a nostro piacimento (ma non in modo illimitato) prima dell'inizio dell'orda, sopravvivere senza perdere le nostre scorte ci permetterà di avanzare nel gioco e soprattutto di acquisire dei nuovi potenziamenti che ci serviranno più avanti.

SPETTACOLARE

Correre per le strade affrontando frontalmente i nemici non paga in questo gioco, perchè ci faranno fuori in men che non si dica. Dal momento che il nostro eroe è parecchio agile, conviene sfruttare la sua abilità per cercare di colpire....senza essere colpiti.
Il nostro protagonista può saltare, arrampicarsi e soprattutto grindare su balaustre, ringhiere, bordi dei palazzi, binari del tram e così via, di conseguenza muoversi continuamente può essere determinante per non farsi colpire dai cattivi, mentre noi possiamo colpire loro. Questa particolarità del gioco ne rende l'approccio poco immediato dal momento che bisogna prendere confidenza con i comandi e con i movimenti in velocità, ma una volta superata questa fase, attribuisce a Sunset Overdrive una frenesia davvero considerevole condita da un divertimento di alto livello. Ci accorgeremo infatti che saremo in grado di compiere ben presto evoluzioni davvero belle da vedere e soprattutto efficaci e da questo punto di vista il tutorial del gioco calibrato con un livello di difficoltà ben tarato ci permetterà dei progressi in tempi davvero ridotti.
Man mano che continua l'avventura poi si acquisiscono sempre nuove abilità tanto che il nostro eroe potrà colpire anche andando in picchiata sul pavimento, oppure semplicemente rotolando e schivando gli attacchi, per non parlare della possibilità di prolungare i propri salti tanto in lunghezza che in altezza oltre alla possibilità di correre sui muri e di arrampicarsi praticamente ovunque.
Sotto questo aspetto il gioco di Insomniac regala tante soddisfazioni, soprattutto quando si impara a padroneggiare il proprio alter ego virtuale.

MULTIPLAYER

Sparse per la città troveremo delle cabine telefoniche che ci permetteranno di entrare in modalità online insieme ad altri sette giocatori. Va detto però che le missioni Caos non offrono poi tanto, considerato il fatto che sono poche e che purtroppo il comparto online non è stato ancora ottimizzato a dovere. Ad esempio non è possibile entrare in una sessione già iniziata, e questo rende arduo trovare partite disponibili quando vogliamo. Inoltre il gioco non si adatta al numero dei giocatori, quindi se iniziamo una partita in otto e durante la sessione qualcuno abbandona il gioco, il livello di difficoltà rimane tarato per otto giocatori, rendendo quasi impossibile per i superstiti portare a compimento la missione. Delle pecche che, ci auguriamo, verranno risolte al più presto anche perchè un comparto multigiocatore ben strutturato avrebbe sicuramente determinato un valore aggiunto per tutto il prodotto.

TECNICAMENTE

Dal punto di vista grafico, il gioco gira tranquillamente a 30fps (frames per secondo) stabili anche nelle fasi più concitate e a 900p (1600x900 progressivi). In realtà però riprodotto su un full HD il gioco è uno spettacolo, soprattutto per il valzer di colori che lo caratterizza. La grafica cartonosa è ben realizzata, e rappresenta un piacere per gli occhi. Il doppiaggio è ben realizzato anche se a volte durante il gioco va un po' fuori sincrono oppure si perdono delle battute. La giocabilità è davvero eccezionale, una volta presa confidenza con i controlli riusciremo a compiere delle evoluzioni davvero spettacolari e saremo in grado di affrontare qualsiasi nemico. La longevità non è molto lunga, bastano circa 7 ore per completare la quest principale, mentre se vogliamo trovare tutti gli item allora il discorso cambia. Ce ne sono a centinaia sparsi durante il gioco e spesso davvero difficili da prendere, ma c'è il rischio che questo possa interessare solo una fetta di videogiocatori, mentre gli altri troveranno il gioco troppo breve, anche per il livello di difficoltà non troppo elevato. Le missioni non sono molto varie e spesso c'è il rischio di scadere nella ripetitività, anche se la curiosità di vedere come va a finire la storia potrebbe avere il sopravvento. Molto veloci i caricamenti che non interrompono più di tanto la continuità di gioco.
La trama non è molto sviluppata, ma c'è da dire che forse non era neanche necessario e poi è offuscata da un umorismo davvero gradevole che rappresenta il vero fulcro del prodotto. Una nota positiva riguarda gli effetti speciali: sono davvero tanti, ben realizzati e soprattutto spettacolari, specialmente quando affrontiamo i boss di fine livello, con vere e proprie esplosioni di colori in grado di soddisfare anche il videogiocatore più esigente.
In conclusione Sunset Overdrive non è un capolavoro e neppure un gioco per tutti, ma se si ha la perseveranza di provarlo per un po' è in grado di offrire tantissimo divertimento. In fondo non è questo che si chiede ad un videogioco ?

Sunset Overdrive è un gioco folle, stravagante, divertente. Pur presentando delle piccole lacune dal punto di vista della longevità e soprattutto del comparto online, è in grado di offrire ore di divertimento, soprattutto se ci si propone di completarlo al 100%. Una volta familiarizzato con i controlli non ci si riesce a staccare dallo schermo. Da questo punto di vista rappresenta un ottimo investimento per uno dei giochi più divertenti disponibili al momento per la Xbox One. Provatelo prima di acquistarlo, ma se vi piace eliminare nemici in modo non convenzionale allora potete andare sul sicuro. Buone grindate !!!
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE