Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
Diablo III: Reaper of Souls - Ultimate Evil Edition
Anno di uscita:
2014
Genere:
Action-RPG di stampo Hack & Slash
Sviluppatore:
Blizzard Entertainment
Produttore:
Activision Blizzard
Distributore:
Activision Blizzard
Multiplayer:
Modalità Cooperativa e Schermaglia fino a 4 giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - Account Xbox LIVE Gold - Copia originale del gioco
  • Grandi battaglie
  • Esplosioni di colori
  • Ambienti cupi e ostili
  • Ostico
  • Abilità
  • Sempre avanti!
  • Grottesco!
  • Addosso!
  • Magia
  • Bisogna procedere
  • Customizzare, come sempre, ai massimi livelli!
Redattore:  Corrado 'Sakurambo' Micheli                        Pubblicato il:  10/09/2014
Blizzard ci riporta nelle terre di Sanctuarium per scoprire cosa si cela dietro gli strani eventi accaduti a nuova Tristram. Richiamati alle armi siamo pronti a combattere le oscure entita' !
UNA STORIA LUNGA DICIOTTO ANNI

Parlare di Diablo ai giorni nostri è tanto semplice quanto scontato dal momento che la serie vanta una storia quasi ventennale cominciata nel lontano 1996 inizialmente solo per gli utenti PC.

Per certi versi, pur non presentando, almeno graficamente, dei significativi passi in avanti in ambito videoludico, ha saputo guadagnarsi una fama e una folta schiera di proseliti, proprio in virtù della semplicità di utilizzo combinata ad una profondità narrativa e ad un gameplay di tutto rispetto.

Questa serie proposta in stile Action-RPG (ovvero gioco d'azione ma di profondo spessore strategico tattico) ha fatto del suo gameplay in puro stile Hack and Slash la propria fortuna.

Il concept, ormai più che noto, ci catapulta in una tanto semplice quanto impegnativa missione: sconfiggere il male che si manifesta sulla Terra.
In questo senso Blizzard non è stata avara nei confronti dei propri fans, presentando negli anni diverse evoluzioni del concept iniziale con i vari Diablo II, Diablo III e passando per varie espansioni quali Hellfire, The Hell arrivando a Lord of Destruction fino a "concludersi" ai giorni nostri ed all'oggetto di questa recensione ovvero: Reaper of Souls.
AFFRONTARE LA MORTE IN VERSIONE OLD-GEN

Sappiamo che molti di voi non hanno ancora una PlayStation 4 o una Xbox One (versione da noi testata) e quindi vogliono sapere come sono state trattate PlayStation 3 e Xbox 360, le cosiddette versioni old-gen.

La versione per la console Sony, oggetto della nostra analisi, non necessita di alcuna installazione, ma vi consigliamo caldamente di farla, perchè durante il gioco si verificano brevi e frequenti blocchi durante l'aggiornamento dello schermo causati dai frequenti accessi al disco.
L'installazione richiede 4.5 GB di spazio sull'hard disk e viene effettuata in circa 9 minuti, una piccola attesa compensata dal beneficio di una maggiore scorrevolezza di playing a parte naturalmente i limiti della console dove notiamo un tearing abbastanza marcato (la famosa linea orizzontale che passa durante il refresh rate dello schermo per la mancata sincronizzazione verticale) per mantenere il più possibile stabili i canonici 60 fotogrammi al secondo.
La fluidità non è sempre garantita ma tutto sommato è a livelli accettabili, anzi il motore grafico regge piuttosto bene un gran numero di nemici su schermo garantendo divertimento dall'inizio alla fine.
Il downgrade grafico rispetto alle versioni next-gen è evidente, ma non incide sulla giocabilità garantendo nonostante tutto un buon impatto grafico e diverse sezioni davvero belle e di sicuro impatto visivo.

La Ultimate Evil Edition importerà gli eroi al livello di come sono stati lasciati sul titolo originale oltre a tutti gli oggetti guadagnati sia nell'equipaggiamento che nel forziere ma la modalità storia andrà rifatta daccapo, così come le imprese visto che i trofei saranno ben differenti dall'originale Diablo III uscito poco meno di un anno fa.

Ringraziamo sentitamente Mediahook per averci fornito sia la versione Xbox One che quella PlayStation 3 dando ai nostri lettori tutti gli strumenti per poter valutare con attenzione la proprie scelte.

Roberto "New_Neo" Sorescu

L'OBIETTIVO, COME SEMPRE, DISTRUGGERE LE FORZE DEL MALE!

Questa nuova espansione, ricollegandosi alla trama originale, ci riporta nelle terre di Sanctuarium.
Sono passati ormai 20 anni dall'uccisione di Baal, signore della distruzione, e della pietra del Mondo per opera dell'Arcangelo Tyrael. Oscuri eventi ci attendono, infatti la stella caduta nei pressi di Nuova Tristam ha come effetto indesiderato quello di risvegliare i morti!
Quest'evento, usato come incipt, ci riporta in battaglia contro le forze del male, tanti saranno i fatti che apprenderemo durante il nostro cammino e molti dei nostri quesiti verrano svelati da una ricca e variegata trama.

Vi consigliamo in questo senso di leggere la recensione collegata a Diablo III egregiamente illustrata dal nostro New_Neo: Recensione Ufficiale

Dopo aver giocato i quattro atti presenti in Diablo III cosa potevamo aspettarci?
A rispondere a questa domanda ci pensa proprio questa espansione, infatti Malthael, noto come l'Arcangelo della Saggezza tramutatosi in Angelo della Morte minaccia l'estinzione del genere umano ponendo fine alla guerra con lo scopo di impossessarsi della Pietra Nera delle Anime.

Saremo nuovamente chiamati ad intervenire sotto le vesti, a nostra scelta, di uno sei seguenti guerrieri Nefilim:

- Mago
- Barbaro
- Cacciatore di Demoni
- Sciamano
- Monaco

Questa Ultimate Evil Edition ci accompagna senza intoppi in una spirale di eventi che porterà il nostro alter ego virtuale dove non avremmo mai immaginato, inserendolo in un mondo e in un'atmosfera davvero particolari ed in linea con la storia del gioco.
Potremo vestire inoltre i panni di una nuova figura che questa espansione ci propone ovvero il Crociato il quale risulta pesantemente armato e corazzato.

Con questo nuovo eroe potremo infatti spingerci (partendo dall'inizio della storia) nel nuovo Atto V che si ricollega splendidamente con la parte finale Diablo III ed implementando, per i puristi del genere, la Mistica che ci consentirà di personalizzare ogni singolo oggetto, dalle armi all'armatura, tramite la Trasmogrificazione.


Ma le novità non finiscono perchè oltre alla nuova Modalità Avventura, i Varchi dei Nefilim e i livelli Livelli d'Eccellenza contribuiscono ad innalzare il livello di longevità del prodotto.
I CAMBIAMENTI APPORTATI DALL'ESPANSIONE “REAPER OF SOULS”

Originariamente uscita il marzo scorso su PC e disponibile su console dal 19 Agosto, Reaper of Souls non aggiunge soltanto l'Atto V ma va a modificare l'impianto di gioco che coinvolge anche gli oggetti rilasciati dai nemici adesso più coerenti con il personaggio utilizzato. La sezione difficoltà è stata drasticamente cambiata offrendo una approccio progressivo e modificabile in qualsiasi momento a seconda delle proprie capacità e dall'equipaggiamento a disposizione. Più i nemici sono difficili da abbattere (soprattutto i Campioni e gli Elite, più frequenti alle difficoltà più alte), maggiore sarà l'esperienza e l'oro ottenuto. Ovviamente si otterrà un bottino di grande qualità con una maggiore frequenza di Oggetti Leggendari rilasciati.

Sono stati introdotti la Modalità Avventura ed i Varchi dei Nefilim che si sbloccano una volta terminato l'Atto V. Nella prima aggiunta dovremo affrontare una serie di Incarichi (casuali) all'interno di uno dei cinque Atti. Ad ogni missione completata si guadagnerà denaro, esperienza aggiuntiva e Frammenti del Sangue che andranno “spesi” da Kedala, la nuova e misteriosa mercante. Terminando tutti i compiti assegnati verremo ricompensati con denaro ed esperienza maggiori ed in più otterremo gli Oggetti Horadrici che arricchiranno il nostro equipaggiamento.
Gli Incarichi possono essere affrontati all'infinito, utili per portare il proprio personaggio al livello 70. Una volta giunti a tale traguardo si sbloccheranno i Livelli d'Eccellenza, con la conseguente ulteriore crescita in ognuna delle quattro abilità: Base, Offesa, Utilità e Difesa. In pratica la barra dorata dell'esperienza cambierà in blu e partirà da 1 crescendo progressivamente. Una volta riempita si otterranno punti da spendere nelle quattro sezioni dedicate ad ognuna delle abilità sopra menzionate.

I Varchi dei Nefilim sono un aggiunta importante, poiché rappresentano delle sfide piuttosto impegnative dedicate ai giocatori più smaliziati. Si tratta di Dungeon generati casualmente pieni zeppi di nemici comprendenti i Campioni e gli Elitè da affrontare con grande caparbietà conoscendo a menadito le caratteristiche del proprio personaggio. Per accedervi servono cinque parti della Chiave del Varco ottenibili dagli Incarichi per poi andare all'Obelisco dei Nefilim presente nell'hub di ogni Atto.
Una volta giunti alla fine del Dungeon si affronterà il Guardiano del Varco che, una volta sconfitto, rilascerà un bottino molto appetibile in grado di potenziare l'equipaggiamento. Una volta tornati in città basterà andate a parlare con Orek per ottenere ricompense aggiuntive.

Se siete stati attenti avrete letto della patch 2.1.0 che è già disponibile nella versione PC dell'espansione. L'aggiornamento andrà a integrare i contenuti del gioco aggiungendo i Varchi Maggiori, la Cloaca (inizialmente scartata durante lo sviluppo dell'espansione) che si trova sotto Cuor della Marca nell'Atto V, le Classifiche e le Stagioni. Queste ultime rappresentano una modalità di gioco a se stante e permettono di creare e far crescere un personaggio da zero sia normale che Hardcore senza l'oro, le risorse o i livelli d'eccellenza ottenuti precedentemente.
La versione per le console della patch è in lavorazione e verrà rilasciata prossimamente, ma si vocifera che per le versioni PlayStation 3 e Xbox 360 dovrebbero essere assenti le Stagioni. Staremo a vedere...

Se volete saperne di più basta cliccare sul link sopra o vedere il video rilasciato da Blizzard a fondo recensione.

Roberto "New_Neo" Sorescu

IL GAMEPLAY, COME SEMPRE, RISULTA UNA CERTEZZA

Combattere i mostri si sà, può essere un gran bel passatempo, ma come tutti i passatempi può prestare il fianco a critiche e ripetitività, ma non preoccupatevi, come sempre il team di sviluppatori attende tali quesiti per porre sul tavolo il solito asso vincente.
La serie stavolta ci consentirà di aumentare il potenziamento dell'eroe Nefilim da noi scelto sino al livello 70, mentre in precedenza era possibile arrivare solo fino a 60, grazie alla Mistica che lasciamo a voi il piacere di scoprire e sperimentare.
La varietà della personalizzazione passando dalle armi, agli incantesimi, sino ad arrivare alle armature, l'utilizzo come sempre dell'Artigiano o del Gioielliere, possono mantenere alto l'interesse dei giocatori?
A questa domanda i programmatori hanno risposto con ben 10 livelli di difficoltà crescente che vanno da Normale fino a Tormento VI.
Tali livelli saranno proporzionali e sbloccabili all'arco di crescita di livello del nostro personaggio rendendo l'avventura e l'osticità degli avversari sempre bilanciata contro i nostri eroi!

COSA CI RISERVA L'INFERNO NEXT GEN?

Blizzard videoludicamente ci sa fare e questa nuova versione non fà altro che confermare l'ottima qualità del team di sviluppo.

Poter passare alla Next Gen includendo copia originale di Diablo III e relativa espansione non fà altro che accrescere la curiosità degli appassionati ed attirare anche chi, da poco vicino alla next-gen videoludica, ancora non conosce gli inferi di Sanctuarium!
Il gioco, ha qualche ripetitività di scenario, ma presenta delle cut scene e delle animazioni degne di nota, con una tavolozza dei colori particolarmente ampia, considerando il contesto spettrale e paranormale nel quale ci addentriamo, mentre gli effetti sonori sono d'impatto e ben realizzati.

Per il gameplay la curva di apprendimento si è rivelata omogenea e proporzionale alla crescita del nostro personaggio, man mano che le missioni e gli atti si sono succeduti abbiamo affrontato via via avversari sempre più ostici, con un positivo effetto sul grado di soddisfazione del giocatore man mano che si progredisce nell'avventura.

Gli scontri, pur non avendo una complessità particolarmente elevata, vista la natura Hack and Slash del gioco, si sono rivelati particolarmente divertenti e coinvolgenti.
Combattere ad esempio un'orda di morti viventi mentre alle loro spalle una "madre" provvede senza sosta a produrne degli altri è stato divertente, così come le sfide con i vari boss di fine livello, abbastanza complesse e al giusto livello di difficoltà.

Vi consigliamo comunque, pur garantendo il gioco una longevità nella norma, di giocare sia le quest principali che le secondarie, liberando magari i terreni infestati da qualche contadino e interagendo con gli scenari (spesso infatti distruggere una lapide od una botte oppure ancora una libreria) ci consentirà di racimolare una discreta quantità di denaro utile per acquisti futuri.

La cooperativa in console o online non ha sofferto di alcun rallentamento malgrado la mole esagerata di avversari su schermo e le tante animazioni!

Ricordiamo che in base al numero di compagni (fino ad un massimo di 4) con cui condivideremo la Storia, la Modalità Avventura ed i Varchi dei Nefilim la difficoltà salirà di conseguenza in modo direttamente proporzionale. Ogni compagno avrà la libertà di poter rilasciare parte del proprio equipaggiamento per aiutare gli altri se ne avranno bisogno durante la fase di esplorazione e combattimento con i nemici.

Non possiamo che promuovere questo gioco senza alcuna remora né rimpianto, l'inferno ci attende!

"Diablo III Reaper of Souls" riconferma la qualità dei prodotti Blizzard!
La trama avvincente, lo spettacolo su schermo, la customizzazione dei personaggi che da sempre ha appassionato i proseliti della saga, tutto ma proprio tutto ciò che era lecito e opportuno aspettarsi è presente in questo gioco!
Consigliamo l'acquisto sia ai novizi che agli amanti della serie, se siete alla ricerca di un gioco che faccia dimenticare lo spazio ed il tempo e che regali tanto divertimento avete trovato il prodotto che fa per voi!
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE