Recensione X-Box One
<<
<<
Titolo del gioco:
DiRT Rally 2.0
Anno di uscita:
2019
Genere:
Racing / Rally / Simulazione
Sviluppatore:
Codemasters
Produttore:
Codemasters
Distributore:
Koch Media
Multiplayer:
Da 2 fino ad un massimo di 8 giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Requisiti minimi:
Console della famiglia Xbox One (Xbox One, Xbox One S, Xbox One X) - un Account Xbox Live Gold per il multigiocatore - 29 GB di spazio disponibile su disco - Prezzo: €59.90
Box
  • Menu principale
  • Eventi online, sfide sempre nuove!
  • Traiettorie in divenire
  • Una gara non proprio esaltante
  • Buio
  • Difficoltà
  • Danni collaterali
  • Ostico
Redattore: Corrado 'Sakurambo' Micheli
Pubblicato il: 11-03-2019
Codemasters riesce a suscitare ricordi, indelebili e per nulla flebili, nei lontani tempi del 16 bit. La tecnologia da allora ha fatto passi da gigante, ma i loro titoli?

Come da prefazione, nel mondo videoludico, Codemasters si fece le ossa con titoli quali Micro Machines, Colin McRae, Dirt... un'ottima poliedricità di uscite in un contesto in cui Polyphony Digital e Turn 10 sono nate e cresciute dandosele di santa ragione con serie quali Gran Turismo e Forza Motorsport.


Ovviamente, pur non lottando al pari di grosse major, coadiuvate rispettivamente da Sony e Microsoft per sfornare esclusive assolute sulle rispettive console, questa casa ha saputo imporsi e ritagliarsi una fetta di appassionati con prodotti semplici, immediati e coinvolgenti. A questo punto vi verrà da chiedervi, anche DiRT Rally 2.0 è un prodotto semplice, immediato e coinvolgente?


La risposta è NI e scopriamola insieme...

UN OFFERTA CONCORRENZIALE

Una volta installata la copia arrivataci, questo prodotto si è presentato in modo completo ed ordinato. Essendo abituati ad una certa tipologia di layout grafico, da parte delle esclusive di maggior diffusione, DiRT Rally 2.0 ne ricalca le caratteristiche pur riuscendo ad imprimere un impronta personale caratterizzando il gioco con il proprio estro ed evitando una caduta di stile ed un anonimato che, spesso, riscontriamo sui titoli di guida in generale.


Quello che colpisce e gratifica l'offerta è in parte coadiuvato da dei numeri di tutto rispetto:


  • Oltre 60 tracciati in modalità carriera: Nuova Zelanda, Argentina, Spagna, Polonia, Australia e Stati uniti
  • 8 tracciati competendo alla FIA World Rallycross (Di cui il gioco gode di licenza): Barcellona, Montalegre, Mettet, Lohéac Bretagne, Trois-Rivieres, Hell, Holjes e Silverstone
  • Oltre 50 veicoli utilizzabili nel corso dell'evolversi degli eventi

Oltre a questi numeri, sostanzialmente importanti, sarà apposibile acquistare i relativi season pass che comprenderanno i seguenti contenuti, (di cui il primo è già in fase di pubblicazione al 12 Marzo):


  • SKODA Fabia Rally, Citroën C4 Rally
  • Monte Carlo Rally, Special Livery
  • BMW M1 Procar Rally, Opel Manta 400, Special Livery
  • Sweden Rally
  • Ford Focus RS Rally 2007, Subaru Impreza, Special Livery
  • Germany Rally


Infine, chi acquisterà la Day One Edition avrà incluse la splendida Porsche 911 RGT Rally Spec insieme alla Fiat 131 Abarth Rally e l'Alpine Renault A110 1600 S.

In un'ottica online, la sezione multiplayer ci consentirà di partecipare a diversi eventi pubblicati di volta in volta, con determinate caratteristiche di mezzi e condizioni. Il buon andamento offline amalgamato alla progressione online, ci consentirà di acquisire crediti spendibili nei mezzi e relativi preparazioni, utili a competere e vincere nelle sfide in progressione.

PAD ALLA MANO

Descrivere Dirt Rally 2.0 non è un operazione affatto semplice, questa tipologia di gioco richiede tempo, dedizione e anche una discreta fatica fisica e psicologica. Per chi, come noi, risulta più avvezzo all'immediatezza della serie Forza Motorsport o Gran Turismo, questa tipologia di titoli riporta alla mente i fasti passati di una pietra miliare del tempo (SEGA Rally) che, col suo cabinato, rendeva i pomeriggi spensierati e al contempo impegnativi. Senza volerlo, citare SEGA Rally in primis e successivamente Screamer della Milestone, rende l'idea di cosa dovrete aspettarvi all'acquisto di questo titolo. Una summa dei predecessori con un'amplificazione della difficoltà e della simulazione a livelli molto più ostici ma, nel contempo, un immersività ed una gratificazione personale non indifferenti una volte apprese le tecniche di guida.


Diciamocelo chiaramente, è un gioco difficile che, col pad, richiede una costante ed efficace correzione delle traiettorie, dell'uso dei freni o del freno a mano, con un occhio sul manto stradale ed un orecchio sempre teso al copilota. Nel complesso coinvolgente quanto basta ma parallelamente punitivo e frustrante ai novizi. I comandi, sono quelli che da sempre siamo abituati a gestire, ovvero i dorsali per accelerazione e frenata, il direzionale sinistro per sterzare, il destro per guardarci intorno e i tasti standard per visuale, marce e freno a mano.


Per ciò che concerne l'IA dei nostri avversari, non possiamo non menzionare come la stessa tenda, a lungo andare, ad adattarsi al nostro stile di guida, progrendendo in capacità al pari dell'utente giocante. Questa cura nella gestione offline del gioco ci ha molto colpito, offrendoci un'ottima palestra di allenamento, al fine di misurarci online con un'utenza che, se visionate i vari canali twitch o Youtube, risulterà molto, molto agguerrita!

GRAFICAMENTE PARLANDO

Non possiamo negare come l'EGO Engine abbia raggiunto la sua maturità e si stia ormai velocemente avviando al viale del tramonto. Malgrado ciò la resa visiva di questo titolo così come l'alternarsi delle stagioni ci hanno pienamente convinto rendendo il titolo soddisfacente sia dal punto di vista grafico che dal punto di vista del coinvolgimento e del tasso di sfida. Elemento non trascurabile, nell'avventurarsi delle competizioni presenti in questo gioco, è l'alto tasso di personalizzazione del mezzo, del nostro team (preparatori e navigatore) nonché della fisica e dei danni riscontrabili sul veicolo. In effetti, sin dalle prime battute, non sarà raro effettuare qualche dritto di troppo o mettere i pneumatici in fallo, e sotto questo aspetto la nostra auto subirà danni credibili: dalla semplice foratura alla rottura della trasmissione o del motore, con danni fisici altrettanto verosimili e debilitanti a fine gara.


Una fisica e danni che hanno saputo migliorare e affinare quanto già visto ad esempio sulla serie forza. Inoltre, ed elemento non da poco, l'alternarsi delle stagioni, la guida diurna o notturna e i tracciati da Rally puro o le sfide su circuiti di Rally Cross, rendono l'offerta corposa ed altamente coinvolgente.


Ma la difficoltà vera e propria è insita nella guida, i fondi sdrucciolevoli, la neve o il fango, richiederanno spesso la correzione della traiettoria e ci faranno rimpiangere e nel contempo desiderare l'acquisto di un buon volante provvisto di cambio e pedaliera!

Modus Operandi:


Ringraziamo Koch Media Italia per l'inoltro di una speciale copia fisica del titolo Codemestars, con una serie di simpatici accessori!


Il bundle include nell'ordine:


  • Copia del gioco
  • Codice per il download dei contenuti della Day One Edition
  • Borsa a tracolla
  • Thermos a tema
  • Cappellino a tema
In conclusione Dirt Rally 2.0 è un ottimo titolo ed un degno erede del suo predecessore. Una difficoltà calibrata unita ad una ricca offerta di tracciati e veicoli, rende questo gioco un acquisto obbligato per gli amanti del genere ed un ottimo entry level per chi si avventura per la prima volta nel mondo videoludico delle simulazioni di guida. Simulazione è in effetti la parola giusta: Codemasters infatti ha puntato molto sulla resa realistica dei comportamenti dei veicoli su strada. Questo gioco si impone come titolo di una certa maturità sia da un punto di vista gameplay sia verso il target di giocatori al quale si rivolge. Nessuna livrea, nessun marketplace per vendere o condividere creazioni, soltanto auto da acquistare, componenti e membri del team in puro stile manageriale. Bando quindi alle frivolezze, qui si gareggia per davvero! Un ottimo titolo ed un acquisto caldamente consigliato.
  • Graficamente ottimo
  • Fisica realistica
  • Fa desiderare volante e pedaliera
  • Difficoltà a tratti ostica
  • Tanta pazienza
  • Gestione del pad impegnativa
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA
LONGEVITA'
GLOBALE