Recensione PlayStation 4
<<
<<
Titolo del gioco:
Immortals Fenyx Rising
Anno di uscita:
2020
Genere:
Adventure / free roaming
Sviluppatore:
Ubisoft Quebec
Produttore:
Ubisoft
Distributore:
Ubisoft Italia
Multiplayer:
Assente
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Requisiti minimi:
Console della famiglia PlayStation 4 (PS4, PS4 Pro - compatibile con PS5) - Controller DualShock 4 o compatibile - una connessione a banda larga - 26 GB di spazio su disco (più gli aggiornamenti) - Ubisoft Club - Prezzo: €69,99
Box
  • L'Isola d'Oro è zeppa di locazioni interessanti.
  • Tutti i modelli hanno un aspetto volutamente giocattoloso ma non per questo sono meno belli.
  • Una bella mazzata dove non batte il sole...
  • L'ascia è fondamentale per spezzare le difese dei nemici più robusti.
  • Con una buona cavalcatura si può sfrecciare tra i nemici in relativa sicurezza.
  • Non mancheranno prove di abilità come questo slalom volante tra i laser.
  • In ogni area saranno nascoste delle piccole arpe con melodie da riprodurre su quella grossa per ottenere dei premi speciali.
  • I livelli di difficoltà hanno un aspetto grottesco come tutto il resto.
  • La prima spada non si scorda mai.
  • Una gorgone... quant'è brutta!
  • Troverete diversi tipi di armi e armature, ma potrete anche scegliere di visualizzare un'estetica differente.
  • Con le prove di Ermes otterrete l'Elettro necessario per le spesucce settimanali.
  • Questa cavalcatura è veramente ottima! Fate bene attenzione a non lasciarvela scappare!
Redattore: Tommaso 'Tatsumaki' Alisonno
Pubblicato il: 15-12-2020
Sulla cima dell'Olimpo c'è una magica città, ma stavolta a combinare guai è Tifone. Riuscirà Fenyx a salvare le olimpiche chiappe degli Dei?
FATE LARGO A KRAT– LIN– CIOÉ... FENYX!

Bella la vita degli Dei Olimpici! Nettare, ambrosia, mele dorate, satiri saltellanti, seducenti servitori mortali e... Tifone che un brutto giorno si libera dalla sua prigionia e comincia a tirar giù Numi come neanche nella peggiore briscola da osteria. Tutte le divinità vengono annientate, gli eroi Omerici asserviti al potere del Titano, moltissimi mortali trasformati in statue di pietra; unico sopravvissuto della sua stirpe, disperato e pure privato dei suoi fulmini, Zeus non trova di meglio da fare che rivolgersi a Prometeo perché questi gli dia qualche consiglio, promettendogli in cambio la libertà dal suo scomodo ruolo al banchetto delle aquile [il dessert]. Prometeo, dal canto suo, comincia a narrare la storia di Fenyx, un ragazzo [o ragazza, se preferite, ma nel resto dell'articolo useremo per convenzione i pronomi maschili] che dopo essere scampato a un naufragio giura di ricondurre il mondo alla normalità in modo da poter riabbracciare suo fratello Ligirone, anch'esso mutato in pietra.

Sebbene con grande ritardo sulla tabella di marcia – la prima data di release segnalata da Ubisoft era infatti relativa a Gennaio 2020, ma ai canonici intoppi si è aggregata la pratica Covid19 – giunge finalmente sugli scaffali il nuovo titolo Open World epico/grottesco sviluppato dagli studi Quebec [gli stessi di Assassin's Creed Odyssey, che evidentemente hanno un certo “gusto” per la mitologia greca]. Immortals Fenyx Rising ci vedrà vestire i panni di Fenyx a partire dal suo naufragio e lungo tutta l'esplorazione dell'Isola d'Oro, dove naturalmente svetta il Monte Olimpo che all'inizio dell'avventura costituisce l'ingresso al Tartaro. Durante le sue avventure, Fenyx metterà le mani su molti potenti artefatti, come le ali di Dedalo, l'arco di Odisseo con le frecce di Apollo, l'ascia di Atalanta [l'arpione di Sampdor... ah no, questo no] e altri ancora, tutti indispensabili per superare i molteplici nemici ed enigmi che gli sbarreranno la strada. Non mancherà neppure il supporto di una vera fenice: l'uccello Fosforo che, una volta salvato, accompagnerà il nostro eroe aiutandolo in battaglia e non solo.

FENYX, FENYX COMBINAGUAI

Come accennato, l'impostazione generale del gioco è quella di un titolo Open World: salvo ostacoli particolari, potrete guidare Fenyx liberamente in giro per l'Isola d'Oro, arrampicandovi sulle montagne e planando tramite le ali di Dedalo per superare velocemente grandi distanze, all'occorrenza anche sfruttando una cavalcatura se sarete riusciti a domarne una [non è difficile: basta avvicinarvi furtivamente e premere un tasto]. Croce è il comando di salto, che diventa doppio una volta rinvenute le ali: Cerchio permette di spiegarle e planare, anche se questa pratica (così come l'arrampicata) consuma Resistenza e bisogna fare attenzione a non rimanere a secco, pena una caduta rovinosa [Icaro docet]; a terra, Cerchio permette di chinarsi per procedere in maniera furtiva. Quadrato è il tasto di schivata e scatto: anch'esso consuma Resistenza, e come spesso accade in vari giochi una schivata effettuata col giusto tempismo permette di rallentare il tempo per circa 3 secondi. Oltre a tutto ciò, Fenyx è in grado di nuotare, anche in immersione: la Resistenza è ancora una volta l'unico limite. Triangolo, è infine il tasto deputato alle interazioni.

Per combattere, invece, entrano in campo i tasti laterali: R1 per l'attacco leggero con la spada, R2 per l'attacco pesante con ascia; L2 permette di prendere la mira con l'arco per poi scoccare frecce rapide o caricate, nonché le frecce teleguidate di Apollo. L1 infine apre un sotto-menù che riassegna ad ogni tasto un potere speciale – per esempio la carica volante di Fosforo – che andrà naturalmente acquisito e potenziato nel corso dell'avventura; un potere molto utilizzato negli enigmi è quello che permette di sollevare o spostare blocchi di pietra e altri oggetti pesanti, che all'occorrenza possono anche essere scagliati. L1+R1 è la parata, ma il fatto che sia di tipo “istantaneo” e il fatto che alcune mosse nemiche siano “imbloccabili” ci ha fatto in generale preferire la schivata con Quadrato. La croce direzionale, infine, permette di bere rapidamente una delle quattro pozioni di cura, resistenza, attacco o difesa; una pressione continuata consuma invece un ingrediente grezzo, come un frutto o un fungo, i cui effetti saranno più blandi ma in generale sarà più facile reperire.

Spesso e volentieri Fenyx si troverà a dover risolvere enigmi di vario tipo: questo può accadere tanto in determinate aree circoscritte dell'isola quanto nell'attraversamento delle numerose Cripte del Tartaro [leggasi “Dungeon”] disseminate sull'isola. Gli enigmi spaziano dal colpire bersagli con le frecce, all'accendere dei bracieri, spostare blocchi di pietra, attivare interruttori e tanto altro ancora come solo la fantasia degli sviluppatori – e la moda dei puzzlegame – ci insegna. Al netto delle missioni legate alla trama principale, i vari enigmi e scontri coi mini-boss sparsi nel mondo sono necessari per ottenere nuove armi e armature, oppure semplicemente le risorse necessarie per potenziare equipaggiamento ed abilità: il farming richiederà infatti vari tipi di valute da spendere per procedere sui numerosi percorsi indipendenti.